La Nuova FIO stigmatizza quanto affermato dall’immunologa Antonella Viola di Padova a Rai News 24 in relazione alla Ossigeno-Ozono terapia.

L’immunologa Antonella Viola ha affermato apoditticamente che l’Ozonoterapia non avrebbe basi scientifiche: è molto grave che l’autodefinitasi “scienziata” ignori totalmente le basi biochimiche e storiche della terapia. Le sarebbe bastato fare una banale ricerca online per scoprire qualche migliaio di pubblicazioni su riviste scientifiche indicizzate a supporto della terapia con ozono e, con uno studio anche minimo, avrebbe potuto evitare di fare una brutta figura e offrire una cattiva informazione ai cittadini che sono sempre di più confusi da messaggi contraddittori.

Alcuni media dovrebbero evitare di dare voce a chiunque su ogni argomento, perché un atteggiamento così poco professionale determina confusione nel pubblico cui è destinata l’informazione. Non è detto che proprio tutti si possano esprimere su tutto, in particolare su argomenti che non hanno mai studiato.

L’Ozonoterapia in letteratura trova indicazione in numerose patologie che possono essere trattate grazie al suo effetto antiossidante, immunomodulante, antinfiammatorio e migliorante la cessione dell’ossigeno.

Tra l’altro l’immunologa Antonella Viola, con sconvolgente superficialità, ha implicitamente bollato come ignoranti docenti delle Università di Siena del calibro del prof. Bocci, o come il prof. Leonardi dell’Università di Bologna, il prof. Muto dell’Università di Napoli e il prof. Gesualdo dell’Università di Bari, solo per citarne alcuni. Inoltre ha sconfessato i Comitati bioetici delle Università Sapienza di Roma e dell’Università di Bari nonché il Comitato Etico Unico Regionale del Friuli Venezia Giulia. Quest’ultimo ben noto alle cronache per aver autorizzato il protocollo di trattamento con ozono presso l’Ospedale della Misericordia di Udine, condotto dal dott. Amato De Monte, che ha avuto il ben noto successo.

Sarebbe auspicabile che prima di esprimere pareri scientifici ci si documentasse in modo approfondito sul tema da trattare. Allo scopo la Nuova FIO, con suo il board scientifico, è a disposizione per offrire le basi ai colleghi che vogliano approcciarsi al tema dell’Ossigeno-Ozono terapia con onestà mentale, in modo serio e con il necessario rigore metodologico.