COVID-19, con il primo paziente in terapia con ossigeno-ozono sistemico inizia l’applicazione del protocollo approvato dalla Università “Sapienza” di Roma

Grazie al lavoro multidisciplinare coordinato dai direttori delle UOC di Anestesia e Rianimazione e Malattie Infettive e delle rispettive scuole di specializzazione, coadiuvati dalla valutazione di specialisti in diverse branche, il protocollo proposto al Comitato Etico della Sapienza di Roma è stato approvato ed il primo paziente è stato arruolato.
Il team al lavoro è composto da:

  • promotore il prof. Francesco Pugliese, direttore DAI emergenza e accettazione Pronto Soccorso ed Aree Critiche e UOC Anestesia e Rianimazione B;
  • primo sperimentatore dott. Fabio Araimo Morselli, direttore UOSD Ospedale senza dolore;
  • secondo sperimentatore dott.ssa Carmela Imperiale, dirigente medico I livello;
  • terzo sperimentatore prof. Claudio Maria Mastroianni, direttore UOC Malattie infettive et al.;
    Il team di ricercatori non ha alcun interesse privato nel pubblicizzare o promuovere l’uso medico dell’ozono ma sta operando nell’esclusivo interesse della salute pubblica.

La Nuova FIO INVITA tutti i medici interessati, operanti in strutture ospedaliere o universitarie, impegnati nel trattamento dei pazienti affetti da Covid-19 a prendere contatto -dopo aver avuto manifestazione di interesse della propria Azienda- per avviare la sperimentazione clinica con ossigeno-ozono sistemico come da protocollo approvato dall’Università Sapienza di Roma.

Matteo Bonetti
Presidente
Maurizio Maggiorotti
Segretario Nazionale

Download “Univ Roma approvato il protocollo con ozono” Comunicato-2-aprile-2020-Ossigeno-Ozono-Terapia-Covid19-Univ-Sapienza.pdf – Scaricato 568 volte – 125 KB